iMMAGINI INAUGURAZIONE
 

ANTIQUARIUM DI MONTE ADRANONE

"Hoc erat in votis"... ciò era negli auspici. Ci si aspettava che l'inaugurazione dell'Antiquarium Monte Adranone, ubicato presso l'ex monastero di Santa Caterina, potesse riscuotere interesse e costituire per Sambuca un ulteriore motivo di attrazione turistica e così è stato.
Dal giorno dell'apertura, il 18 ottobre 2003, ad oggi, in circa sette mesi, il libro delle presenze dell'antiquarium, ha registrato circa tremila visitatori, tra cui intere scolaresche, provenienti dalle province di Palermo, Trapani e Agrigento, gruppi di turisti, stranieri e locali, nonchè sambucesi, curiosi di conoscere meglio la cultura materiale proveniente dal sito di Monte Adranone, illustri visitatori come l'Ass.re regionale al turismo Francesco Cascio e il noto critico d'arte Vittorio Sgarbi.
Il picco delle presenze, si è registrato durante la settimana di festeggiamenti in onore della Patrona di Sambuca, Maria S.S. dell'Udienza, specialmente nelle giornate di sabato 15 maggio, domenica 16 e lunedì 17, giorni in cui l'Antiquarium è rimasto aperto finno alle ore 22.
Le prospettive future sono rassicuranti in merito al successo dell'Antiquarium, infatti, sono molti gli istituti scolastici che hanno richiesto la visita all'Antiquarium, inserendolo negli itinerari storico-culturali e archeologici, delle varie gite d'istruzione. Ricordo brevemente che i reperti ora esposti all'ultimo piano dell'edificio, vennero momentaneamente collocati nella chiesa di San Calogero, in una mostra archeologica allestita in occasione del Convegno Internazionale "Frontiere e influenze nel mondo punico mediterraneo", tenutosi a Sambuca dal 23 al 25 aprile 1998. Ma solo oggi, è stato possibile riportare questi tesori nella loro giusta collocazione, i reperti sono solo una parte esigua dei numerosissimi e pregiatissimi pezzi, che vennero alla luce in decenni di scavi archeologici, e l'augurio più sperato è che possa completarsi l'intera raccolta con l'aggiunta dei pezzi mancanti sparsi nei magazzini di numerosi musei...
Quella dell'Antiquarium è una sistemazione temporanea, come anticipato dal sindaco Dott. Martino Maggio e dall'ass.re allo sport, turismo e spettacolo Giuseppe Giambalvo, in attesa della fine dei lavori di ristrutturazione e consolidamento del Palazzo Truncali Panitteri, quale destinazione finale e definitiva dei reperti. Sembra dunque ben avviato il progetto di promozione e valorizzazione delle bellezze storico-culturali e archeologiche del territorio sambucese, giuste premesse affinchè questa nostra cittadina possa ritornare ad essere un centro di interesse turistico e possa a diritto definirsi come titolato d al nostro giornale "Sambuca, città di cultura".